Post più popolari

lunedì 9 febbraio 2015

la forfora... sai cos'è?

LA FORFORA...
SAI COS'E'...
LEGGI DI SEGUITO...
La FORFORA del cuoio capelluto o pitiriasi semplice del capo è una condizione cutanea anomala al limite tra l'inestetismo e la patologia. Si tratta, com'è noto, di una eccessiva desquamazione cutanea a livello del cuoio capelluto.
Prima di descrivere le possibili cause della forfora, è importante rivedere l'anatomia e la fisiologia dell'epidermide, visto che il problema in questione interessa sopratutto lo strato superficiale della pelle. L'epidermide, che è separata dal derma sottostante da una membrana chiamata “basale”, è costituita da una parte vivente (strato germinativo) e da una parte morta, lo strato corneo.
L'epidermide si rinnova regolarmente per formare lo strato corneo la cui funzione principale è quella di proteggere e circoscrivere la cute dell'ambiente esterno. Questo processo di rigenerazione avviene per divisione cellulare (mitosi) e dura in media trenta giorni. Le nuove cellule formatesi vengono continuamente spinte verso la superficie della pelle.
E' chiaro che un processo di rinnovamento comprende anche l'eliminazione di cellule morte, che in una pelle sana avviene in maniera praticamente inavvertibile.
Quando questo meccanismo non è più sincronizzato e regolare, subentra il problema forfora. La forfora dunque appare quando la rigenerazione cellulare aumenta e le cellule cornee non si staccano più sotto forma di piccoli e invisibili aggregati, bensì come ammassi di cellule più grandi e visibili. Una delle cause scatenanti (sebbene il problema sia costantemente dibattuto dai ricercatori) è la presenza sul cuoio capelluto di microrganismi e miceti (funghi) quali Pityrosporum ovale.
Non è chiaro però se siano questi a causare la forfora o se non sia piuttosto l'abbondanza di squame cornee a favorire lo sviluppo microbico. Sotto accusa è comunque il processo di degradazione del sebo con successiva irritazione del cuoio capelluto in zona perifollicolare (cioè attorno ai capelli) con abbondante produzione di squame cornee.
Si usa parlare di forfora secca e forfora grassa; nel secondo caso è la presenza di abbondante sebo che porta a un impastamento della forfora stessa.
Bisogna altresì ricordare che qualsiasi tipo di irritazione dovuta a fattori chimici (tensioattivi, siliconi, petrolati ecc...) o fisici (radiazioni U.V.) può causare una temporanea desquamazione della pelle, ragione di più per affidarsi a uno shampoo in grado di detergere in maniera delicata.
GRAZIE PER L'ATTENZIONE........

......
ALLA PROSSIMA NEWS

Nessun commento:

Posta un commento